Accessibilità



questo sito e' conforme alla legge 4/2004

Posta Elettronica Certificata

Pec

Indirizzi PEC dell'Amministrazione Provinciale di Vibo Valentia


Il Portale del Turismo

Promozione Turistica Provinncia di Vibo Valentia

Centro per l'Impiego

Centro per l'Impiego

 

Fotogallery

    Clicca qui per accedere alla Galleria Fotografica

RSS di Ultima Ora - ANSA.it

Elezioni Provinciali

elezioni 2014-2016

CSL

Commissione Straordinaria di Liquidazione 

Albo Pretorio Online

Albo Pretorio

Area Riservata

Tributi Provinciali

I TRIBUTI PROVINCIALI

 


* Addizionale Provinciale sul Consumo di Energia Elettrica (Art. 6 D.L. n. 511 del 28/11/88, convertito in Legge n. 20 del 27/01/89, modificato dall'art.       10, comma 9, lett. c, della Legge n. 133 del 13/05/99 e dal D. Lgs. n. 26/2007).

Descrizione:
L'addizionale all'imposta erariale di consumo sull'energia elettrica è stata istituita con D.L. 511/1988 convertito nella legge n.20/1989.
Essa è dovuta dai titolari dei contratti di erogazione di energia elettrica per ogni kWh di consumo di energia elettrica impiegata per qualsiasi uso in locali e luoghi diversi dalle abitazioni, per tutte le utenze, fino al limite massimo di 200.000 kWh di consumo al mese. Pertanto i consumi mensili eccedenti tale limite scontano l'imposta fino a 200.000 kWh. La rata di acconto di gennaio è pari a quella dell'anno precedente. Entro il 16 febbraio di ciascun anno va presentata la dichiarazione dei consumi riferiti all'anno precedente all'Agenzia delle Dogane - Ufficio Tecnico di Finanza. Il conguaglio tra gli acconti versati e i consumi risultanti in dichiarazione va versato (se a debito) assieme alla rata di febbraio o trattenuto (se a credito) a partire dalla rata di febbraio fino alla sua estinzione.
L'imposta è versata direttamente dal fabbricante con possibilità di rivalsa sui consumatori. La misura dell'imposta è fissata in lire 18 (euro 0,0093) per kWh.
L'addizionale è liquidata e riscossa con le stesse modalità dell'imposta erariale e va versata in rate di acconto mensili calcolate sulla base dei consumi dell'anno precedente entro il giorno 16 di ciascun mese:
- direttamente alla Provincia di competenza per l'addizionale calcolata sui consumi di forniture con potenza impegnata non superiore a 200 Kw
- presso la Tesoreria Centrale dello Stato per le forniture con potenza superiore a 200 Kw e per l'addizionale relativa alle imprese non distributrici.
Nel caso di cessazione di fornitura alle utenze della Provincia di Vibo Valentia, le imprese potrebbero avere un credito nei confronti dell'Ente derivante dalle rate d'acconto già versate rispetto ai consumi effettivi. In tal caso la richiesta di rimborso può essere presentata all'Ente nel mese di febbraio dell'anno successivo in sede di presentazione della dichiarazione di consumo.

Aliquota:
l'aliquota in vigore per l'anno 2009 è stata confermata con delibera di Giunta n.19 del 21.01.2009 nella misura
di € 0,0093 per kWh

Versamento:
Il versamento deve essere effettuato entro il 16 di ciascun mese con la seguente modalità:
- Bonifico bancario alla Tesoreria dell'Ente di cui si riportano gli estremi:
- Coordinate Bancarie:

Banca Monte Paschi Siena Viale Kennedy, Agenzia di Vibo Valentia.
C.C.B. n. 96201; ABI: 1030 CAB: 42830 CIN L
IBAN IT 43L 01030 42830 000000096201
Codice Bic/Swift PASCITM1VVX

Conto Corrente Postale
654889 Intestato a: Amministrazione Provinciale Vibo Valentia.
Indicando come causale ‘versamento Addizionale Energia Elettrica mese/anno.

    

 

* Imposta Provinciale di Trascrizione (IPT) - (Art. 56 D. Lgs. n. 446 del 15/12/97, Regolamento dell'Imposta Provinciale di Trascrizione Iscrizione ed Annotazione di veicoli al Pubblico Registro Automobilistico (I.P.T.).

Descrizione:
l'IPT è un tributo dovuto per tutte le formalità di trascrizione, iscrizione e annotazione dei veicoli richieste al Pubblico Registro Automobilistico. Tale imposta è entrata in vigore il 1° gennaio 1999 e la sua misura è fissata in base alle tariffe approvate con DM 27.11.1998 n.435.

Adempimenti della Provincia:
L'imposta è applicata sulla base della tariffa deliberata da ciascuna provincia per l'anno di competenza.
In base all'art. 56, comma 2, del D.Lgs 446 del 1997, le province possono deliberare l'aumento delle misure di base dell'imposta - contenute nel D.M. n. 435 del 1998 - sino ad un massimo del 30%.
Tali misure devono essere adottate ai fini dell'approvazione del bilancio di previsione, si applicano a partire dal 1° gennaio dell'anno cui è riferito il bilancio di previsione e devono essere notificate entro 10 giorni dalla data di esecutività della relativa deliberazione al competente ufficio del PRA ed all'ente che provvede alla riscossione per gli adempimenti di competenza

Tariffe:
Le tariffe applicate per l'anno 2009 sono state confermate con deliberazione giunta provinciale n.19 del 21.01.2009.

Si informa che la gestione delle pratiche automobilistiche e dei versamenti è affidata al concessionario nella figura dell'ACI - Pubblico Registro Automobilistico di cui si riportano i dati:
ACI - Ufficio Provinciale di Vibo Valentia
Via Alighieri , - 89900 Vibo Valentia
telefono: 0963/996511.
 

 

 

* Imposta sulle assicurazioni contro la responsabilita' civile veicoli - (Art. 60 D. Lgs. n. 446 del 15/12/97 e successivo regolamento approvato con D.M. 457 del 14/12/98 ).

Descrizione:
Si applica alle polizze assicurative (nella misura del 12,50% del premio) dei veicoli iscritti al PRA e alle macchine agricole.
Il gettito dell'imposta sulle assicurazioni contro la responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore esclusi i ciclomotori, è attribuito alle province dove hanno sede i pubblici registri automobilistici nei quali i veicoli sono iscritti ovvero, per le macchine agricole, alle province nel cui territorio risiede l'intestatario della carta di circolazione.
L'imposta RC auto viene versata alla Provincia da tutti i concessionari della riscossione dei tributi, che la ricevono dalle società di assicurazione, con le modalità previste dal d. Lgs 237/97.

Gli assicuratori sono tenuti: 
1. A scorporare dal totale delle imposte dovute sui premi ed accessori incassati in ciascun mese solare l'importo dell'imposta relativa ai premi ed accessori contro la responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore e delle macchine agricole;
2. Ad effettuare, tramite concessionario della riscossione di ogni Provincia, distinti versamenti a favore di ogni Provincia nella quale hanno sede i pubblici registri in cui sono iscritti i veicoli a motore o di residenza dell'intestatario.

Adempimenti:
Il concessionario della riscossione è tenuto ad eseguire i versamenti delle somme riscosse per conto della Provincia entro il giorno ventisette di ciascun mese per le somme riscosse dall'uno al quindici dello stesso mese.

Gli estremi del versamento sono:
Coordinate Bancarie:

Banca Monte Paschi Siena Viale Kennedy, Agenzia di Vibo Valentia.

C.C.B. n. 96201; ABI: 1030 CAB: 42830 CIN L
IBAN IT 43L 01030 42830 000000096201
Codice Bic/Swift PASCITM1VVX
 

 

 

* Tributo per l'Esercizio delle Funzioni di tutela Ambientale (TEFA) - ( Art. 19 del D.lgs. 504 del 30/12/1992 )

Presupposto impositivo:
Il tributo è attribuito alle Province a fronte delle funzioni amministrative svolte in materia di tutela ambientale( Art. 19 del D.L. 504/92 - Art. 49, c. 17 del D. Lgs 22/97.
Il tributo è applicato, come previsto dalla normativa, alle tariffe della tassa smaltimento rifiuti o alla tariffaDi igiene ambientale, qualora istituita.
L' aliquota è stabilita annualmente dalla Provincia.

Descrizione:
Il tributo è applicato come una addizionale alla Tassa comunale sullo smaltimento dei rifiuti solidi urbani (TARSU) ed è fissato annualmente dalle province con deliberazione giuntale.

Aliquota:
L'aliquota in vigore per l'anno 2009 è stata confermata nella misura del 5% della TARSU comunale con delibera di giunta n. 19 del 21.01.2009.

Modalità di versamento:
Il Comune oppure il soggetto ( Concessionario della riscossione ) incaricato dal Comune alla riscossione della tassa/tariffa rifiuti è tenuto ad eseguire i versamenti delle somme riscosse per conto della Provincia.

Gli estremi per il versamento sono:
Coordinate bancarie:


Banca Monte Paschi Siena Viale Kennedy, Agenzia di Vibo Valentia.

C.C.B. n. 96201; ABI: 1030 CAB: 42830 CIN L
IBAN IT 43L 01030 42830 000000096201
Codice Bic/Swift PASCITM1VVX

Stemma Provincia Vibo Valentia

Amministrazione Provinciale di Vibo Valentia

Via C. Pavese 89900 Vibo Valentia

tel.0963/997111 fax 0963/997219

protocollo.provinciavibovalentia@asmepec.it

 

P.IVA 96004570790

HTML 4.01 Strict Valid CSS
Pagina caricata in : 0.715 secondi
Powered by Asmenet Calabria